Il Progetto

L'Idea

Nasce dal progetto di uno studente universitario italiano in Erasmus a Tarragona, che realizza un reportage video sulle storie degli italiani emigrati in Spagna, più precisamente nella regione Catalana, fra le città di Barcellona e Tarragona. Il desiderio di poter intervistare altri connazionali e raccogliere la testimonianza diretta di più persone si realizza con lo sviluppo del portale web 2.0 di condivisione video su internet.

La Premessa

I fondatori del progetto non sono legati ad un associazione, ne ad un partito politico, ne ad una fondazione o ad un movimento. Sono degli ex studenti universitari che credono nel web e in internet, come strumento di condivisione di storie e racconti. Le testimonianze video non verranno censurate, a meno che non violino i requisiti e le condizioni d'uso, e serviranno a spiegare la scelta di coloro che decidono di lasciare il proprio paese. Potrà capitare si ascoltare persone che proveranno risentimento e ostilità verso l'Italia e altri invece che ne sentiranno la mancanza. Questo evidenzia le differenze di ognuno di essi nell'affrontare le proprie esperienze di vita.

L'Obiettivo

Il progetto, interamente no profit, vuole dar voce e spazio a qualsiasi italiano sia residente all'estero, che abbia l'interesse a raccontare la propria storia di emigrante moderno, per testimoniare la scelta di recarsi in un nuovo paese. Considerando la fuga dei neolaureati e della manodopera italiana che sceglie sempre maggiormente l'estero, il numero dei nostri connazionali residenti fuori dall'Italia (3.912.767) è all'incirca pari a quello dei cittadini stranieri residenti nel Bel Paese (3.891.295), i dati sono forniti dal 'Rapporto Italiani nel Mondo 2009' realizzato dalla fondazione Migrantes.

Il Risultato

Le storie mostreranno le difficoltà che si possono incontrare per adattarsi ad una nuova e differente cultura, lingua e stile di vita e allo stesso tempo la visione che hanno i nostri connazionali nei confronti dell'Italia. Creando così un feedback fra coloro che vivono fuori e coloro che risiedono ancora in Italia, sensibilizzando questi ultimi ad un tema e un fenomeno di profonda attualità, che non riguarda più solo il passato.